Caduta Capelli Rimedi | Guida + TOP 10 Rimedi

Estistono tantissimi rimedi per la caduta dei capelli e tra questi ci sono i più riconosciuti ed efficaci. Vediamo insieme quali sono e come funzionano.

Cause e sintomi della caduta dei capelli

Nella vita di un uomo e di una donna la caduta capelli è una azione all’ordine del giorno. Bisogna infatti evidenziare che al giorno cadono una media di 100 capelli, numero che può variare se un soggetto presenta una chioma folta o ha capelli fini. Ma nel momento in cui ci si ritrova con un diradamento dei capelli massivo con calvizie, che cosa accade? Le cause sono tantissime dai cambi di stagione sino ad una alimentazione sbagliata arrivando anche all’ alopecia androgenetica.

Il ciclo vitale dei capelli prevede tre fasi principali che sono di crescita – riposo e caduta con una durata media che varia dai 2 anni ai 7 anni: un follicolo pilifero produce circa 20 capelli in tutta la sua vita per poi lasciare posto a quello nuovo. Ma che cosa determina il numero di capelli caduti in una giornata?

  • Sesso di appartenenza tenendo conto che gli uomini ne perdono in maggior quantità che le donne
  • La stagione, infatti in autunno e primavera è risaputo che ci sia una rigenerazione della chioma
  • Condizioni di salute con abuso di farmaci o trattamenti intensivi
  • Lavaggio con prodotti aggressivi formulati con agenti chimici e spazzolatura forte che crea uno stress al capello sino alla sua rottura
  • Densità
  • Genetica, infatti tantissime persone sono geneticamente predisposte
  • Cambiamenti ormonali

A titolo di informazione doverosa, nel momento in cui il soggetto interessato verifica una perdita dei capelli maggiore di 100 ogni giorno allora si potrebbe essere davanti adun problema. Per questo motivo è bene rivolgersi ad un professionista del settore che valuterà se ci sia una patologia in corso e il trattamento/rimedio da adottare per una ricrescita dei capelli.

In giovane età soprattutto viene consigliata una visita tricologica da fare alla prima manifestazione di caduta dei capelli. Ai primi sintomi che possono presentarsi con bruciore, prurito, forfora e desquamazione del cuoio capelluto è bene ricevere tutte le indicazioni per arrestare la corsa verso il completo diradamento e prevenire la caduta ove possibile.

Ricordiamo inoltre che questa manifestazione di caduta di capelli non è solo un fattore estetico ma anche psicologico. Infatti nella maggior parte dei casi i soggetti colpiti dalla caduta dei capelli – soprattutto se giovani – tendono a nascondersi o non avere una vita sociale adeguata. Attenzione ai falsi professionisti che promettono miracoli dietro un compenso di denaro ma senza una certificazione adeguata.

Gli stati della calvizie, come anticipato, sono differenti da uomo e donna come elaborato dal Dottor. James Hamilton nel 1951 con una rielaborazione futura di Nordwood. L’alopecia androgenetica per esempio avanza in maniera progressiva colpendo i luoghi predisposti, che nell’uomo sono fronte e tempie mentre sulla donna la parte centrale creando un buco sempre più grande e nudo.

Che cos’è l’ alopecia androgenetica?

Quando si parla di questa manifestazione non si ha davanti una patologia bensì un problema ereditario che colpisce indistintamente uomini e donne. Questa è senza dubbio la principale causa della caduta di capelli ed interessa circa il 50% della popolazione femminile e l’80% della popolazione maschile. Una diffusione che sta prendendo piede negli ultimi anni tanto da conquistarsi l’appellativo di alopecia comune considerata oramai quasi nella norma.

La maggior parte delle sue manifestazioni sono causate dagli ormoni androgeni che sono tipicamente maschili, ma possono essere anche causate dal diidrotestosterone che è un ormone sollecitato dall’enzima 5 alfa reduttasi di tipo 2. Le conseguenze di questo processo trasformano i capelli in sottili e disidratati fino a cadere e creare delle zone nude: si passa dalla fase anagen di crescita alla fase catagen sino alla fase telogen di riposo.

Ma quali sono i rimedi alla caduta dei capelli che i professionisti del settore consigliano?

Finasteride e Minoxidil

Finasteride è un farmaco che è stato approvato dalla FDA per trattare proprio l’ alopecia androgenetica. Questo è un principio attivo con una struttura chimica formata da azosteroidea con un utilizzo primario per la ipertrofia prostatica a 5 mg, mentre le compresse a 1 mg sono state consigliate per il problema della caduta capelli. Un farmaco che ha trovato negli anni un riscontro positivo da tutte le persone che lo hanno provato anche a seguito di studi clinici certificati. Il suo meccanismo di azione lavora per contrastare la caduta dei capelli e può essere utilizzato proprio per intervenire sulla sintesi dell’ormone sopra citato: è bene evidenziare che Finasteride inibisce l’ enzima 5 alfa reduttasi di tipo 2 tanto da impedire la sua conversione e intaccare la cute.

La sua assunzione contro la caduta dei capelli non ha effetti collaterali ma deve essere prescritta da un medico professionista. È una compressa quindi si assume per via orale e deglutita intera. I prodotti farmaceutici che sono a base di questo principio attivo e certificati sono Proscar e Propecia tra i rimedi perdita di capelli più utilizzati e consigliati. A questo medicinale si possono associare degli integratori alimentari funzionali che vanno a dare all’organismo l’apporto di vitamine, sali minerali e proteine di cui necessita per evitare la caduta dei capelli.

I risultati che sono stati ottenuti dal trattamento sono ottimi e i pazienti si sono definiti soddisfatti in una fascia di età compresa tra i 18 anni e i 41 anni con un arresto della caduta. Una piccola percentuale pari all’1% ha trovato il trattamento non efficace decidendo di sospenderlo.

Il capello può essere trattato anche con i prodotti a base di Monoxidil che è un principio attivo che lavora contro la caduta dei capelli. In questo caso si applica direttamente sulla cute essendo uno shampoo o lozione che ha lo scopo principale di sollecitare la crescita dei capelli e disinfettare il cuoio capelluto in uomini e donne adulti che sono affetti di alopecia androgenetica.

Il suo meccanismo d’azione è conosciuto e apprezzato vista il suo continuo sollecitare la crescita contrastando la caduta capelli massiva. Gli esperti non riescono a trovare la determinazione della sua azione ma nello stesso tempo è stato valutato che ha modo di influenzare la fase anagen prolungandola stimolando l’azione della fase anagen e poi telogen.

Tra i rimedi per la caduta dei capelli che vengono proposti dai professionisti del settore questo non è immediato, infatti i primi risultati si possono vedere dopo 4 mesi dall’inizio dell’applicazione sul cuoio capelluto. È bene evidenziare che in caso di interruzione al trattamento, il soggetto verificherà una condizione che tende a tornare a quella naturale entro 4 mesi (con il diradamento e la caduta).

Come si usa? Si presenta in schiuma e si applica direttamente sulla cute con concentrazione al 2% oppure 5% con distribuzione su tutta l’area interessata per 4 mesi. Una volta che si è raggiunto lo scopo desiderato si potrà continuare con una fase di mantenimento con diminuzione del dosaggio e applicazione rispettando tutte le indicazioni del medico e di quelle prescritte sul foglietto illustrativo in dotazione.

Caduta capelli rimedi naturali

I rimedi naturali contro la caduta dei capelli sono tantissimi e di solito si basano su una alimentazione sana, prodotti certificati e azioni che possono migliorare l’irrorazione del sangue al cuoio capelluto. Non esistono pozioni e non esistono magie, ma uno stile di vita equilibrato può dare beneficio anche ai capelli così da averli sani e forti ed evitare la caduta dei capelli.

In caso di caduta dei capelli, come evidenziato più volte sarà il medico professionista a consigliare quale trattamento sia corretto per la propria situazione. Nel frattempo però ci possono essere degli accorgimenti che aiutano lo stato della cute e non solo:

  • No alle diete drastiche ma alimentazione sana e controllata con apporto giornaliero di tutte le sostanze utili per il ciclo di vita salutare dei capelli. Cibi ricchi di zinco, ferro, sali minerali, Vitamine e proteine.
  • La biotina è molto importante per lo sviluppo della cheratina e il sollecito della circolazione del sangue
  • Massaggi che possono essere molto importanti per andare a sollecitare la circolazione e ossigenare il cuoio capelluto.
  • Protezione dal sole e dalle lampade UV che disidratano e portano ad altri fattori devastanti
  • Adottare laser terapia, fototerapia e crioterapia per mantenere una cute sana.

Prevenzione

Che cosa fare contro la caduta dei capelli massiva? Come anticipato esistono numerosi fattori e cause che vanno a impattare con questo fastidioso fenomeno ma una prevenzione è importante quando sussistono i primi sintomi di base ma anche prima. Prima di tutto evitare cibo spazzature e uan carenza di vitamine e sali minerali. In secondo luogo uno stile di vita sregolato non è la giusta strada da intraprendere con abuso di fumo, alcool e farmaci di vario genere.

Non solo, cercare sempre di non utilizzare prodotti con una formulazione aggressiva in grado di creare forfora – desquamazione e fenomeno di prurito/bruciore. Optare per maschere a base di olio oppure anticaduta ma con ingredienti naturali.

Trapianto di capelli

Se il problema persiste e a livello psicologico non si riesce ad affrontare questo diradamento, allora è possibile ricorrere al trapianto capelli. Consigliato soprattutto ai più giovani, l’autotrapianto capelli è una operazione chirurgica che si basa principalmente sullo spostamento dei frammenti di cuoio capelluto in altre zone che sono folte e non compromesse di solito sulla zona dietro la nuca.

Nel caso in cui non ci fossero abbastanza frammenti allora il medico opterà per utilizzare l’unità follicolare da braccia, gambe, petto o barba defienendo l’intervento ectopico.

Come funziona? È da considerarsi un vero e proprio intervento chirurgico non invasivo che deve essere svolto in una struttura autorizzata e certificata. Il paziente per questo trattamento anticaduta definitivo viene sedato in via locale con una anestesia a seconda del caso in essere.

Si svolge una prima visita preliminare e poi il paziente e medico insieme definiscono tutti gli obiettivi più importanti con una mission da portare a termine. L’iter prevede:

  • Anestesia locale
  • Prelievo unità dei follicoli dal cuoio capelluto o altre parti del corpo
  • Preparazione della zona interessata
  • Innesto
  • Medicazione

La durata dipende dalla zona da trattare ma di norma si essegue tutto in un’unica seduta. Se poi il risultato non è come sperato allora il medico può anche decidere di ripeterlo e migliorarlo.

Tecniche e modo

Ci sono tecniche differenti oggi con l’innovazione e nuovi studi che sono stati sviluppati. Un tempo si adottava una unica tecnica ovvero la FUT con una asportazione e poi una sezione diretta per ricavare dei follicoli successivamente trapiantati sulla zona interessata. C’era poi una sutura permanente con punti che non si poteva più toccare.

Oggi ci sono diverse tecniche che vengono adottate in base al volere e della situazione del soggetto che si presenta al paziente. La Fue è ottimale per un risultato perfetto senza avere alcuna cicatrice e con costi che possono trovare una condizione normale e accettabile.

In questo caso si prelevano i follicoli singolarmente e poi ripuliti con un innesto successivo sulla zona di interesse.

Ma tutti possono fare questi trattamenti contro la caduta dei capelli? Prima di tutto è sconsigliato al di sotto dei 30 anni perché la crescita naturale potrebbe creare delle chiazze evidenti proprio dove sono stati asportati i follicli e creando una sorta di alopecia.

Il medico dovrà valutare anche lo stato di salute del cuoio capelluto determinando se poter svolgere un intervento e quando eseguirlo nella maniera più corretta. La durata di un trapianto per la caduta dei capelli prevede un massimo di 4 ore su zone piccole da trattare: se le zone interessate aumentano allora il medico valuterà come suddividere i vari interventi svolti in più sedute anche a seconda della intensità che si vuole ottenere. Durante l’intervento il paziente non sente dolore.

I costi di un intervento del genere subiscono delle variazioni non solo per la tipologia, intensità e numero di sedute che necessitano besì anche dal numero di unità follicolari che bisogna trapianteare. Le calvizie di un paziente possono essere di origine normale oppure compromessa per questo non è possibile stabilire un prezzo finale.

Si può azzardare nel dire che in linea generale si aggira dai 3000 ai 6000 euro circa per esempio, ma è necessario farsi fare un preventivo dal professionista con cui si ha avuto il colloquio. Spesso si tende ad essere attratti da un costo basso, ma il consiglio è quello di diffidare di un prezzo troppo contenuto valutando le condizioni igienico sanitarie e la fama del chirurgo.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *