Integratori Per Caduta Capelli | Guida + TOP 10 Rimedi

Che cosa sono gli integratori caduta dei capelli? Validi aiuti con ingredienti naturali che lavorano sul cuoio capelluto e sulla salute del capello. Vediamo insieme come funzionano, composizione e i consigli dei professionisti del settore.

Ciclo di vita e crescita dei capelli

La caduta dei capelli è un fattore estremamente naturale, infatti bisogna pensare che il suo ciclo vitale ha tre fasi principali ovvero di crescita – riposo e caduta. In linea genere il follico produce 20 capelli nel corso della sua vita che ha una durata dai 2 sino ai 7 anni circa a seconda del soggetto.

Il numero di capelli che si perde mediamente in una giornata è di 100 ma è naturale che si un fenomeno che varia anche a seconda di alcuni fattori, come:

  • Sesso di appartenenza, infatti la perdita dei capelli è maggiore negliuomini e minore nelle donne
  • Condizioni di salute soprattutto in presenza di patologie e i utilizzo di alcuni farmaci specifici
  • Stagione, in autunno e in primavera la caduta aumenta essendo proprio nella fase di rinnovamento
  • Lavaggio e cura che sono aspetti importanti. Infatti non si dovrebbero utilizzare prodotti con un contenuto chimico aggressivo e non si dovrebbero spazzolare energicamente. Questa azione causa un trauma con il distacco innaturale del capello
  • Densità che anche in questo caso varia da soggetto a soggetto con una facilità di caduta in persone che hanno una chioma folta
  • Genetica una delle cause più importanti e determinanti anche per la comparsa dell’ alopecia androgenetica.

Nel momento in cui si nota una caduta dei capelli superiore ad una media di 100 capelli al giorno, allora è bene rivolgersi ad un professionista del settore che farà gli opportuni esami per valutare il trattamento da intraprendere.

Nel 1951 James Hamilton ha elaborato una classificazione molto accurata in merito alla calvizie androgenetica, poi riadattata negli anni da Norwood. È uno schema che mette nero su bianco anche le differenze tra uomo e donna in merito alla caduta dei capelli: mentre nei primi la caduta dei capelli si manifesta nella zona centrale per poi correre lungo la cute, nella donna accade al centro per poi creare man mano un buco nudo sul cuoio capelluto.

Ci sono anche dei soggetti che manifestano una caduta dei capelli in tutta l’area del cuoio capelluto, in minor percentuale.

Visita tricologica

Prima di approfondire il discorso degli integratori per la caduta dei capelli facciamo un piccolo passo indietro. Infatti, come sopra anticipato, in caso di caduta massiva dei capelli o manifestazione di patologie particolari come

l’alopecia allora il professionista del settore esaminerà la situazione con un esame tricologico. Questa visita si potrà svolgere in giovane età (molto consigliata) oppure anche successivamente ma comunque prima che il diradamento prenda forma e strada attraverso la cute.

La scienza che studia l’anatomia – fisiologia di peli e capelli ovvero la tricologia, in questi anni ha compiuto tantissimi passi da gigante e le soluzioni che offre sono altamente innovative in grado anche di contrastare oppure arrestare la caduta (in giovane età è importante anche per un fattore psicologico).

Cause e fattori della caduta dei capelli

Abbiamo accennato al fatto che la perdita dei capelli sia un fattore normale entro un certo limite, proprio per il suo rinnovamento naturale. Ma quali sono le cause e i fattori che possono portare ad una caduta massiva e a patologie come l’alopecia?

Ci sono casi come la menopausa, sbalzo ormonale, gravidanza, stress, diete drastiche, alcool, farmaci, interventi chirurgici e stress. La causa principale resta la alopecia androgenetica anche se si manifesta in maniera lenta e progressiva.

Telogen effluvium

I follicoli piliferi umani in buono stato di salute sono indipendenti l’uno dall’altro con fasi di riposo e crescita autonome e sfasate dai bulbi. È quindi evidente non avere una percezione della crescita dei capelli durante tutto il loro ciclo.

Ma quando insorgono dei fattori come sopra elencato ci si ritrova dinanzi ad uno stress del capello i follicoli passano dalla fase anagen (cresita) a quella di involuzione-catagen sino alla telogen effluvium di perdita. Si accorge di questo perché i capelli cadono sul cuscino, per terra, restano tra le mani ed è uno stadio allarmante che interessa tutta la testa.

Ma come fare per contrastare questa situazione? Esistono degli integratori per capelli in grado di aiutare?

Integratori per capelli che cosa sono?

Per la caduta de capelli ci sono tantissime soluzioni anticaduta ma nel momento in cui accade la prima cosa che si deve fare è trovare un integratore alimentare corretto per la propria esigenza. Perché? La causa principale può essere anche imputata alle carenze alimentari ed è imperativo che l’organismo riceva tutti i nutrienti utili per una ottimale crescita dei capelli.

Ma esiste una dieta ideale oppure è necessario rivolgersi ad uno specialista? La risposta è positiva per entrambe le domande, prima di tutto perché la salute parte anche dalla tavola e in secondo luogo perché non si deve mai affrontare un percorso fai da te bensì consigliato da un medico professionista e in base alle proprie carenze/esigenze.

Le sostanze nutritive non sono solo alla base di una buona alimentazione, ma in alcuni casi potrebbe essere richiesto un apporto aggiuntivo grazie a degli integratori naturali che rallentano il problema della caduta, aiutando anche capelli e unghie.

Ingredienti integratori caduta dei capelli

Qual è il contenuto di buon integratore per pelle capelli e unghie? Le sostanze che devono essere associate a questi prodotti devono essere i seguenti:

  • Proteine e amminoacidi

I capelli sono composti nella loro maggior parte da cheratina che è la proteina ricca di amminoacidi solforati. I migliori integratori in commercio devono possedere una buona dose di proteine tra cui la metionina – cisteina e arginina

  • Sali minerali

I micronutrienti sono indispensabile per il cuoio capelluto e per favorire la crescita. Spesso nell’alimentazione di oggi non c’è un adeguato apporto e l’organismo necessita di quantità specifiche giornalieri. Tra i sali minerali più importanti non possono mancare il ferro – zinco – magnesio e rame.

  • Vitamine e antiossidanti

L’associazione vitamine e minerali è indispensabile ma non devono mancare anche gli antiossidanti. Si trovano negli alimenti vegetali come agrumi, frutti di bosco, kiwi, tè verde, broccoli, frutta e verdura fresca. Indispensabili come conenuto sono Vitamina C – Vitamina E – Vitamine idrosolubili – acido folico ed estratti naturali.

Come anticipato l’alimentazione è una delle cause più frequenti della caduta dei capelli. La dieta vegana prevede una elevata assunzione di fibre che è lesivo per la salute dei capelli per questo motivo può essere utile adottare degli integratori. Da non sottovalutare anche l’abuso di zinco, magnesio e calcio se non in una corretta distribuzione gionaliera sino alla malnutrizione calorico proteica che può accadare anche nelle zone più sviluppate.

Attenzione anche ad un consumo scarso di frutta e verdura: tutti gli elementi devono essere integrati per sopperire alle mancanze.

Gli alimenti consigliati in linea generale sono:

  • Broccoli
  • Carne
  • Uova
  • Carote
  • Noci
  • Ortaggi foglia verde scura
  • Pollo
  • Pomodori
  • Soia

Integratori per favorire la crescita: funzionano?

Gli specialisti del settore hanno determinato che un integratore alimentare debba essere associato ad una dieta sana nonché ad un trattamento d’urto formato da shampoo e balsamo con lozione anticaduta così da aiutare la chioma ad essere più forte. I migliori sono specifici e completi, tanto che dopo attenti studi clinici vengono raccomandati altamente.

Se si parla di una semplice caduta stagionale allora andrà bene un prodotto a base di vitamine, proteine, antiossidanti e minerali. Se invece si desidera qulacosa di più forte allora dovranno contenere Vitamina B5 – Vitamina B6 – Acido Folico – Zinco – Lievito di birra- Rame e ferro. Molto importante che tutte queste sostanze siano abbinate alla biotina così da potenziare il trattamento.

Perché siano efficaci e ancora più forti non possono mancare gli acidi grassi Omega 3 Omega 6 e Omega 9 come l’acido gamma linolenico che si trova come estratto di ribes nero, borragine ed enotera. Sono fondamentali per la loro azione antinfiammatoria che agisce sul follicolo.

Quando assumerli?

Il prodotto si può presentare sotto forma liquida oppure in confezione che contiene delle capsule da prendere prima o dopo i pasti. La risoluzione del problema richiede una forte determinazione con un ciclo che arriva sino a 3 mesi di assunzione. Si trovano online oppure in farmacia ma sempre dopo aver avuto consiglio dal proprio medico di fiducia.

Importante da evidenziare che, dopo due mesi di interruzione, gli integratori possono di nuovo essere presi per altri 3 mesi di trattamento. Evitare sempre di superare le dosi che sono indicate sulla confezione perché un eccesso non porta ad un miglioramento nella crescita bensì ad una azione tossica per l’organismo.

Il periodo più indicato per l’assunzione di questi prodotti è due mesi prima dell’autunno oppure due mesi prima della primavera così da lavorare sui bulbi piliferi arricchendoli di vitamine per una azione anticaduta diretta.

Come si usano?

Come abbiamo accennato gli integratori per capelli sono gli alleati indispensabili per andare a sopperire dove ci sono delle mancanze. Che siano capsule oppure sciroppo – a seconda della propria preferenza o del prodotto consigliato – andranno presi tutti i giorni una o due volte. I primi risultati saranno evidenti dopo una settimana andando avanti a completamento di tutto il ciclo.

Il prezzo varia a seconda del prodotto anticaduta partendo dai 20/30 euro in su.

Associare sempre il prodotto ad uno stile di vita sano, alimentazione adeguata alle proprie necessità e prodotti certificati bio senza agenti aggressivi.

Che cos’è Phyto Phytophanere

È uno degli integratori più consigliati per la sua formulazione per capelli, pelle e unghie che contiene Vitamina del gruppo B – C – E – zinco e olio di borragine. Non manca la biotina indispensabile e che si trova tra i migliori prodotti unitamente all’olio di germe di grano e lecitina di soia.

Effetti collaterali integratori

Un integratore può avere effetti collaterali? L’associazione dei consumatori americani Consumer Repors ha stilato una lista di quelli che potrebbero essere alcuni ingredienti che vanno assunti con cura e senza esagerare.

Come già evidenziato questi prodotti devono essere integrati all’alimentazione e alle cure specifiche per il capello dopo una diagnosi e sottoscrizione medica. Non solo, allergie ed effetti collaterali possono variare da soggetto a soggetto e la lista della Consumer Reports è generale non specifica.

Tra gli ingredienti che sono stati segnalati troviamo:

  • Aconite ottimale per ridurre le infiammazoni ma può provocare nausea e vomito
  • Barba di Bosco che è un antidolorifico ma può determinare alcune controindicazioni
  • Calidonia
  • Té verde che può portare a nausea e aumentare il livello di pressione del sangue
  • Lobelia che anche in questo caso può provocare nausea e vomito
  • Polvere di caffeina che può portare ad aritmia cardiaca soprattutto se associato ad altri stimolanti naturali
  • Riso rosso fermentato che può portare a danni al fegato.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *