Caduta Capelli Tiroide | Guida + TOP 10 Rimedi 2020

La caduta dei capelli tiroide è una connessione da tenere sotto controllo? È un grande problema che deve essere subito sottoposto all’attenzione di un medico di fiducia. Vediamo insieme perché accade questa perdita di capelli e quali sono i consigli per affrontare il disturbo al meglio.

Che cos’è la tiroide?

La ghiandola tiroidea è importantissma per la salute di ogni persona e il suo funziomento sembra regolato da un orologio. Infatti attraverso la produzione la produzione degli ormoni regola il metabolismo nonché il sistema cardiocircolatorio e l’apparato riproduttivo.

La disfunzione tiroidea è un fattore importante da valutare immediatamente con uno specialista del settore e causa non pochi disturbi tra cui:

– Aumento di peso

– Impossibilità nel dimagire

– Nevosismo

– Tachicardia

– Perdita dei capelli

Non solo, perché la tiroide può essere causa anche di infertilità oppure mettere a rischio mamma e bambino in gravidanza. Questa è una ghiandola endocrina che è situata nella parte anteriore del collo e che risulta fondamentale per lo sviluppo psicofisico; si occupa di produrre tiroxina e triiodiotironina che sono fondamentali per regolare il metabolismo basale e le funzioni essenziali di tutti gli organi del corpo.

Hanno una certa influenza su:

– Sistema respiratorio

– Sistema termoregolatorio

– Sistema cardiocircolatorio

– Sistema dello scheletro

– Sistema nervoso

– Sistema riproduttivo

– Metabolismo basale, glucidico e lipidico

Patologie della tiroide

Ci sono due tipologie di questa patologia molto importante:

  • Ipertiroidismo quando la ghiandola funziona troppo e produce una quantità eccessiva di ormoni
  • Ipotiroidismo quando invece funzona poco e produce una quantità minima di ormoni che non sono sufficienti al corretto funzionamento dell’organismo.

Ai primi sintomi è bene contattare immediatamente un medico specialista così che possa effettuare la sua diagnosi immediata, con dei testi clinici e gli esami del sangue che valuteranno il livello ormonale della ghiandola. È possibile che il medico prescriva anche una ecografia così da valutare al meglio la morfologia ed escludere altre problematiche più importanti.

Ma tra tutto questo che abbiamo appena visto, tra le altre patologie c’è anche una correlazione tra perdita di capelli e tiroide: perché accade?

Caduta dei capelli: correlazione con gli ormoni tiroidei

Tra le tante conseguenze della tiroide circa il 70% soffre di alopecia androgenetica e perdita dei capelli. Questo è un avvenimento che sia uomini che donne hanno un chiaro problema ad affrontare, non solo a livello estetico ma anche psicologico con tutto ciò che ne consegue.

Il cuoio capelluto si dirada e i follicoli piliferi si infiammano a tal punto da provocare la perdita di capelli a zone oppure totale. Le cause della caduta dei capelli possono essere tantissime partendo dallo stress per andare sino all’utilizzo di prodotti con composizioni chimiche che compromettono nella maggior parte dei casi il ciclo di vita dei capelli.

Non tutti sanno però che l’alopecia possa essere causa del funzionamento sbagliato della tiroide. Questa ghiandolina a forma di farfalla è molto importante e da lei partono tutte quante le funzioni dell’organismo, per questo momento nel momento in cui una delle sue funzioni viene a mancare l’effetto domino che si presenta è devastante.

La tiroxina è il principale ormone che regola la crescita dei capelli e lo sviluppo dei follicoli piliferi (sacche minuscole affondate nella pelle che accolgono peli e capelli). È oramai assodato dai professionisti del settore che in caso di perdita dei capelli ci sia una disfunzione proprio nel momento in cui non si riesce a produrre una giusta quantità di ormoni (ipertiroidismo e ipotiroidismo) con una alterazione del ciclo di vita del bulbo pilifero.

In entrambi i casi – quando ci sono ormoni in eccesso oppure in difetto – l’organismo presenta delle anomalie particolari che portano alla condizione di telogen effluvium. Questo effetto è stato diagnosticato per la prima volta nel 1961 e si manifesta quando i capelli sono in fase di riposo ma non nel periodo corretto procurando una caduta dei capelli rapida sino al 70% di quelli che si trovano in testa.

Cosa accade in caso di ipotiroidsmo o ipertiroidismo?

Ci sono delle malattie che sono legate alla disfunzione ormonale. Questi problemi comportano nel tempo una variazione nel funzionamento di alcuni fattori e i pazienti riscontrano anche la caduta capelli molto copiosa e fastidiosa.

Quelle note sono la malattia di Hashimoto e quella di Graves. Il corpo subisce questi colpi e poi di conseguenza tutte le malattie e i problemi di salute che ne conseguono. Naturalmente una perdita dei capelli può avere una correlazione con questi malfunzionamenti ma queste dinamiche possono essere influenzate anche da stress oppure alopecia, come descritto.

Consigli per perdita di capelli tiroide

Quando accade questa correlazione, i capelli si presentano fragili, secchi e fragili nonchè sfibrati sia nelle donne e sia negli uomini. La prima cosa da fare è rivolgersi ad un professionista del settore e poi ci sono sempre delle soluzioni che possono aiutare al fine di trovare il giusto trattamento:

  • Sottoporsi sempre ad analisi complete proprio per comprendere se il problema possa essere legato a questa condizione, valutando altri sintomi .
  • Gli integratori sono importantissimi e devono essere assunti in maniera continuativa. Potrebbe essere un ottimo rimedio soprattutto per tenere sotto controllo tuttii sintomi.
  • L’alimentazione è uno dei fattori che devono essere sempre presi in considerazione. Una dieta sana ed equilibrata eliminando tutti gli alimenti tossici ed infiammatori, escludendo i latticini e aumentando le fonti di iodio -selenio-zinco-ferro-Vitamina A B D
  • Fonti di collagene naturale sono fondamentali per la salute di corpo e capelli, ma anche per aiutare ad alleviare le problematiche della tiroide. Dove si trova? Gelatina, frutti rossi, legumi, frutti di mare e albume d’uovo.
  • Evitare phon e fonti di calore come la piastra che compromette e provoca la caduta dei capelli. Li sfibrano e li rendono secchi e fragili
  • Indispensabile aumentare il consumo dell’acqua, così da andare a lavorare su capelli e organismo.
  • Prediligere prodotti con una composizione neutra e senza alcun agente chimico, con fiori e piante che sono studiate appositamente per capelli sani.

È importante che la condizione di questa patologia venga controllata in maniera sistematica ogni anno da uno specialista e che si segano tutte le istruzioni per la regolazione della stessa.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *